E’ questo il momento di accettare una nuova sfida

By 21 ottobre 2015Allenamento Triathlon

Le temperature calano velocemente, la stagione agonistica è praticamente finita, e tu inizi a pensare al prossimo anno. 

Hai deciso che il prossimo anno farai il salto. 

Hai deciso che ti allenerai con determinazione e costanza. 

Hai deciso che non starai a guardare dalla finestra ( o dallo schermo del computer!) e che ti metterai in gioco fino in fondo.

Molto bene!

Questo però equivale ad andare a fare una passeggiata senza meta.

Per quanto potrai camminare così? 

Cosa ti spingerà ad andare oltre quando ti sentirai stanco o comincerà a piovere?

E’ ora di definire i tuoi obiettivi nel dettaglio.

Devi definire il tuo punto d’arrivo!

Per ottenere risultati importanti prima devi definire cosa vuoi davvero raggiungere. Solo sapendo chiaramente quali sono i tuoi obiettivi sarai in grado di decidere cosa fare e, più importante ancora, cosa non fare in questo tuo nuovo percorso.

Se i tuoi obiettivi sono ben definiti avranno un effetto potenziante su disciplina, motivazione ed energia. 

Obiettivi chiari sono fondamentali per attuare cambiamenti positivi e duraturi nella tua Vita.

Cos’é un obiettivo?

Possiamo dire che un obiettivo è un forte desiderio e al tempo stesso una sfida che sai di poter concretizzare entro un determinato periodo di tempo.

Non è impossibile. E’ solo difficile e di conseguenza richiede azioni specifiche e probabilmente nuove per te.
Ti sprona a fare cambiamenti importanti che 
comunque non ti garantiscono di raggiungere il risultato che ti sei fissato.

In un certo senso, ti mette quasi paura a pensarci, ma ti emoziona molto. L’immaginarti ad obiettivo raggiunto ti fa accelerare il battito cardiaco e ti fa alzare i lati delle labbra in un sorriso spontaneo di soddisfazione.

Ed è quest’emozione che non può mancare nei tuoi obiettivi.

Altrimenti farai solo sacrifici senza senso.

Invece devi fare sforzi, attuare cambiamenti, agire. Ma sempre perché lo vuoi tu.

Se sei convinto ed emozionato, non esistono i sacrifici, solo azioni che ti danno molto di più di quanto ti richiedono.

Quali sono le caratteristiche di un obiettivo valido?

Perché un obiettivo sia valido, esso deve essere:

  • Concreto e misurabile: non ci possono essere interpretazioni. L’hai centrato oppure no! (“completare il primo sprint triathlon” oppure “battere il mio record nel 70.3”).
  • Definito nel tempo: deve avere una data limite per la sua realizzazione, altrimenti è un sogno (“fare lo sprint ad Aprile” o “fare il record personale nel 70.3 di Giugno”).
  • Sfidante, motivante, quasi impossibile: giocare sul sicuro non ti dà l’energia in più necessaria per andare oltre quelli che consideri i tuoi limiti (“andare sotto le 5 ore nel prossimo 70.3 di Pescara a Giugno”).

Hai già scelto il tuo obiettivo?

Sai come perseguirlo e raggiungerlo?

Hai la determinazione e disciplina necessarie per farlo?

Perché non inizi adesso a mettere per iscritto e condividere con tutti noi il tuo obiettivo principe ?
Lascia il tuo commento qui sotto, ed io nei prossimi giorni ti darò alcuni consigli pratici per avvicinarti un po’ di più alla sua realizzazione.

Buoni allenamenti 

José

Commenti

commenti

Join the discussion 6 Comments

  • Gaetano ha detto:

    Salve. È proprio vero, questo è il periodo dell'anno in cui si pensa ai prossimi obiettivi. Personalmente dopo due stagioni in cui mi sono cimentato in gare sprint, sento ora il bisogno di puntare finalmente all'olimpico. Meta che qualche tempo fa mi sembrava impossibile, ma che ora almeno dal punto di vista motivazionale la intravedo in cima ad una lunga salita. E allora nonostante il freddo dell'incombente autunno e il sonno, trovo ancora la voglia di accettare il suono della sveglia mattutina per andare a correre, a pedalare e a nuotare (ovviamente non tutte contemporaneamente!!!)

  • Jacopo ha detto:

    Il mio obbiettivo per la prossima stagione è senza dubbio quello di finire il mio primo 70.3… nella mia città: Roma. Ecco l'ho detto! C'è molto lavoro da fare, sopratutto su nuoto e corsa. Daje!

  • Gianni ha detto:

    Il mio primo obiettivo nonché prima gara di triathlon è finire il 70.3 di Chia (Sardegna) ad aprile… mi sto allenando duro e sono seguito micrometricamente… speriamo il meglio!
    Ciao

  • Enrico ha detto:

    Ciao a tutti, io sono al mio secondo anno di Triathlon, ed ho inizato con la mezza distanza mentre quest'anno ho finalmente fatto la lunga distanza.

    I miei obiettivi per l'anno prossimo: Venezia e probabilmente Vichy. Diciamo che mi sto già allenando…. al momento a sensazione, poi più avanti la storia cambia.

    Ciao.

  • luca ha detto:

    Dopo 20 anni da ciclo amatore prima mtb poi bici da corsa con partecipazione a granfondo con obiettivo di finire, poi medio fondo cercando di aumentare la velocità media e quindi la posizione/prestazione, 5 anni di tapascione di cui 2 anni in cui non ho mai saltato una tapasciata della mia bellissima zona (co.lc.mb) e la partecipazione a 3 re stelvio podistiche…anni da osservatore di gare triathlondella zona…2016 cambio radicale: da osservatore a praticante!

    obiettivo 2016 olimpici della zona quali lecco, Valmadrera, bellagio e magari una sul Garda. nel dettaglio dell’obiettivo: arrivare sotto lo striscione dell’arrivo contento di aver fatto una bella esperienza 🙂

    pianificato e in esecuzione AZIONE DI MIGLIORAMENTO NUOTO quindi iscrizione a corso 5 livello che finira a dicembre 2015 enuoto libero x mettere su km.
    obiettivo gennaio/marzo entrare ad allenarmi con i master tutto i ottica dell’obiettivo primario del triathlon olimpico di primavera.

    Si prosegue determinati, convienti ma sempre senza strafare, dando sempre ascolto al proprio corpo e spazio importante al RIPOSO.

  • […] che ci aspettiamo di raggiungere il prossimo anno. Molti di voi avranno già in calendario una grande sfida per il 2016, e ora è arrivato il momento di iniziare a fare sul […]

Leave a Reply